Author

Gabriella Tola

Gabriella Tola has 2 articles published.

Gabriella Paola Tola, da Castelsardo (dove è nata e ritorna per ritrovare “quel silenzio fatto di stupore“ e quella “capacità di stare soli che paradossalmente è la condizione prima della capacità di amare“) una vita a Parigi per diventare protagonista dell’esperienza di acquisto dei clienti più conosciuti di brand italiani amatissimi come Versace ed Elisabetta Franchi. Capace di far amare la cultura e soprattutto il lifestyle italiano ha appena aperto un account Instagram “The corner. Perles d’Images“.

LA PETITE ROBE NOIRE: SOGNARE SULLE RIVE DELLA SENNA

Geniale campagna pubblicitaria di Guerlain

Da qualche stagione a questa parte, osserviamo una figura elegante, molto fine, tutta di color nero vestita, che passeggia, circola, accanto alla Senna! E non solo… a volte ha il cappello, a volte no (dipende dal vestito nero che porta), ma sempre di notte passeggia!

La Maison Guerlain, ha avuto una trovata incredibilmente geniale!

Non volendo rappresentare la sua immagine attraverso il volto di una top model o di personalità note, per il suo profumo La Petite Robe Noire, ha affidato la sua «fragranza» ad un Disegno, un Figurino nero, che indossa IL MITICO VESTITO NERO.

Una campagna pubblicitaria fantastica, composta da cortometraggi, mostrano La Donna Guerlain, leggiadra, romantica, rapida, spostarsi sui ponti che abbracciano e percorrono la Senna, favolosamente di nero vestita, elegante, «Très Parisienne»… con in sottofondo la musica di Nancy Sinatra cantando “These boots Are Made for walkin.

Una varietà incredibile di film, interpretati da questo sinuoso figurino nero, per presentarci uno dei suoi importanti profumi… come a dirci, che possiamo vivere vari e diversi momenti, circostanze, nelle nostre giornate, nottate, ma di quel profumo abbiamo bisogno… sempre!

Ed è cosi che, quando entriamo in un negozio Guerlain nella capitale francese, sembra di vedere tanti Figurini neri (le ambasciatrici della Casa), che con il loro impeccabile
«Bienvenue Madame» e Tailleur Nero, ci fanno sentire tutte delle misteriose donne che sorvolano i cieli luminosi di giorno e quelli stellati la notte… e ci sentiamo divinamente …leggere! Che trovata Geniale!

Non per niente, sono una “additcted” della Maison Guerlain… terracotta, pennelli, fondo tinta, profumi… si respira, e si fa respirare aria di… “non posso farne a meno”: un delizioso mistero! «Ed è una bellissima sensazione!».

Ah, l’elegante tubino nero portato dalla finissima Audrey Hepburn, in “Breakfast at Tiffany’s“… la giovane Audrey, che ammirava all’alba, la vetrina di una gioielleria, mangiando un croissant… le sue perle, i suoi occhiali neri, il raffinato chignon…

La Parigina che sorvola la notte stellata con il suo tubino nero, l’americana che mangia i croissants all’alba, fantasticando davanti ad una vetrina con il suo mitico tubino nero.

Amo queste esperienze che mi fanno sognare… grazie Guerlain!

Gabriella Tola da Parigi

KINTSUGI, L’ARTE DI RICOSTRUIRE 

Gabriella Tola da Parigi invita a “mettere oro” nella nostro life style per ricostruire

La Gioia di Vivere chiamata in Giapponese Ikigai, (lo stato d’animo) mi fa pensare rapidamente a quanto l’Italia, possa avvicinarsi ad una «energia totale», ispirandosi anche a questo metodo giapponese, per creare ulteriore “Soffio”.

L’Ikigai, è anche l’arte di invecchiare mantenendosi giovani.

Fin da bambini, I giapponesi imparano a disegnare. E continuano a disegnare tutta la loro vita. Tutti i Giapponesi sanno disegnare.
Se vi capita di chiedere ad un Giapponese l’itinerario per recarvi in un luogo… prenderà la sua matita e un foglio, (ne hanno sempre nelle loro borse) e vi disegnerà “il cammino”.

Mi piace accostare la vitalità degli Italiani a quella dei Giapponesi, (seppure questi abbiano espressioni e forme molto diverse) nel saper rispondere, con un particolare stato d’animo, ad ogni situazione delicata e difficile.

Ma, è attraverso il KINTSUGI, che l’Italia rifiorirà. Questa meravigliosa arte giapponese che ripara le ceramiche che si rompono, e per le quali viene utilizzato dell’oro per incollare i cocci, ridisegnandone, imbellendone, le filature.
Questa antica tradizione giapponese, ci insegna che quando una persona ha sofferto, e si «rialza», questo la rende più nobile e più bella.

Il Paese Italia, con le sue mille risorse nascoste (artistiche, empatiche, intellettuali, imprenditoriali, secolari), sta vivendo più che mai il suo KINTSUGI personale, in questo preciso momento, dove è costretta a «fermarsi», e rivalutare , per ri-costruire, diversamente.

Che bello rileggere le pagine del libro Cuore, di Edmondo De Amicis, in questo momento particolare.

Possiamo infatti tutti scrivere, dipingere, cantare, cucire, cucinare, amare , restare in connessione anche tramite i social, perché questo ci aiuterà a dare un senso a questi giorni di veglia. Ci aiuterà a scrivere il nostro diario personale, per mantenere il nostro cuore giovane: L’IKIGAI Italiano.

Da questi Diari, (in tutte le loro forme espressive, scrittura, arte, social), si potrà anche inspirare il nostro fantastico stile italiano. Si! Perché nessuno meglio degli Italiani, riesce a scrivere sceneggiature cosi belle, dettate dalla voglia di rivincita: una rivincita allegra e buona.
Vi ricordate i bellissimi film e le commedie di Vittorio de Sica, Toto’, Mario Soldati, Mario Monicelli… ? Tutte inspirate dai veri dolori lasciati delle guerre, dalle miserie, dalla povertà.
L’Italia è una dolce e coraggiosa donna: il mondo ha bisogno di lei!

Chissà perché, immagino tanti Diari, uno più bello dell’altro, da questo delicato momento, di grande ESPERIENZA, che ogni Italiano offrirà al mondo intero .

E’, di nuovo , uno Style di vita, tutto italiano che, di nuovo , il mondo ammirerà!

Go to Top