GOOGLE LANCIA IN ITALIA “LA MIA IMPRESA ONLINE”

Da oggi, grazie all’assistente vocale, portare un’azienda sul web è molto più semplice

Per le aziende – o qualsiasi realtà commerciale che dir si voglia – il web è oramai divenuto una dimensione onnipervasiva. Negli ultimi anni gli acquisti e le ricerche dei prodotti sugli shop online hanno guadagnato un’esponenziale crescita, ragion per cui è fondamentale che ogni impresa, anche la più piccola, riesca a rivendicare una propria vetrina digitale. A tale scopo una delle piattaforme oggigiorno più utilizzate è Google My Business: un ambiente online che permette la promozione di ogni tipo di azienda attraverso foto, recensioni e una precisa geolocalizzazione su Google Maps. Più il profilo My business sarà completo, maggiori saranno i benefici ottenuti dall’attività.


Può accadere, però, che i gestori delle piccole e medie imprese non dispongano delle necessarie skills digitali per dare vita a un profilo My Business. Per porre fine a tale gap, Google ha appena lanciato in Italia, Francia e Turchia “La mia impresa online”. Si tratta di una nuova action dell’assistente vocale Google progettata per consentire un semplice e immediato processo di trasformazione in digitale di qualsivoglia esercizio commerciale.
Bisogna soltanto afferrare uno smartphone e pronunciare la frase “Hey Google, porta la mia impresa online!”. In men che non si dica, l’assistente Google accompagnerà l’utente, passo per passo, nella creazione di un profilo my business. Il tutto avverrà attraverso la richiesta di alcune informazioni e di tre semplici quesiti: il nome della attività, dove si trova l’impresa in questione e, per concludere, un numero telefonico. Questo sarà sufficiente a creare una vetrina aziendale digitale nuova di zecca!


Il nuovo servizio progettato da Google è una trovata molto intelligente“, afferma Francesco Castorina, titolare di una media impresa del catanese finalizzata al commercio di elettrodomestici e articoli di elettronica. “Ho avuto modo di provare ‘La mia impresa online’, bastano davvero pochi minuti per inserire un’attività commerciale su Google Maps e creare un nuovo profilo My Business. Non è necessaria nessuna competenza tecnologica particolare. L’unica pecca è che l’assistente vocale funge da guida soltanto durante l’inserimento delle informazioni di base, poi si ferma. Per esempio, sarebbe stato comodo se l’utente fosse stato seguito anche durante la scelta delle foto e la stesura della descrizione dell’azienda. Spero che, riguardo tale aspetto il team Google possa apportare dei miglioramenti”.


Che altro dire? “Hey Google, porta la mia impresa online!”

Nasce nel 1996 in una mite notte d’autunno. Trascorre la maggior parte della sua esistenza in un piccolo borgo siciliano dove per ammazzare la noia, fin da ragazzino, comincia a fare musica. Il basso elettrico e le bacchette della batteria sono le prime cose che mette in valigia quando all’età di diciotto anni si trasferisce a Bologna per studiare all’università. Si laurea al Dams ma passando le giornate in Via Zamboni scopre la vocazione per le parole, la morfologia e la sintassi, diviene così un linguista in erba. Dorme sotto il tetto accogliente di un collegio di eccellenza: il Camplus Alma Mater. Qui ricopre il ruolo di capo redattore per la rivista “Il Resto del Camplus”. La città dei portici, con le sue mille luci e le sue mille anime, diviene per lui una seconda casa, una caleidoscopica fucina dove poter dare sfogo alla sua instancabile indole creativa. Oramai alla città cantata da Dalla e da Guccini sente di appartenerci (o forse, al contrario, è la città che gli appartiene), ma con il cuore sempre saldo ai piedi dell’Etna.

Latest from Insights & Innovation

GAME ON.

Che la personalizzazione abbia inizio! Dopo l’abbigliamento street wear, le capsule limited

EVERY DAY HEROES

Walmart lancia “Everyday Heroes”, la campagna di riconoscimento per i dipendenti che
Go to Top