IL LIMITE È LA PROSSIMITÀ DELL’OLTRE /5: AMAZON

L’auto che diventa Supercar grazie ad Alexa

Avevamo già parlato in questo articolo (clicca qui) di come Alexa si stia pian piano diffondendo nelle nostre abitazioni, fino ad integrarsi con i dispositivi più disparati. Avevamo scoperto insieme come fosse possibile ordinare un caffè semplicemente parlando con la propria macchinetta.

Alexa è davvero mille combinazioni diverse, essa è capace, a seconda dell’input che le si lancia, di aprirci mondi diversi. Ma parliamo di limiti e di tutti gli oltre che Alexa è in grado di raggiungere superandoli ogni qual volta si decida di parlare con lei.

“Ehi Alexa, mi porti a casa?”

Amazon ha iniziato alcune collaborazioni con brand iconici dell’automotive. Vi ricordate KITT Supercar? Era l’auto dei sogni, dotata di una tecnologia futuristica: una Pontiac nera del 1982 montava un potentissimo computer di bordo, in grado di dialogare con il conducente.

Naturalmente si parlava di fantascienza, un futuro possibile solo nell’immaginazione. Amazon, però, sulla scia dei sogni di ragazzi ormai diventati adulti, ha deciso di sorprendere tutti.

Infatti, Lamborghini ha iniziato ad installare a bordo delle proprie auto Alexa, portando nel presente quello che in passato era il sogno dei tanti fan della serie Supercar.

Se però una Lamborghini non possiamo comprarcela allora ecco una soluzione alternativa… infatti, Amazon ha aperto una collaborazione anche con il gruppo FCA, per montare la tecnologia di assistenza vocale anche sulla nuova FIAT500. Già la tecnologia MyAlfa e MyJeep era in grado di interagire con Alexa, consentendo ai proprietari delle auto di conoscere lo stato della batteria, potendo anche aprire o chiudere a distanza l’automobile.

Da oggi potremo parlare con la nostra macchina, proprio come nella serie Supercar! Chissà quante cose potremo fare, come potremo interagire con Alexa? Ci consentirà di aprire il cancello di casa senza dover schiacciare quello scomodo telecomando? Potremo dirle “Ehi Alexa, apri il garage”?

Ogni tanto, durante i viaggi lunghi ci chiederà come stiamo, se siamo stanchi e vogliamo fare una sosta caffè.

“Ehi Alexa, grazie per tutto quello che ci fai fare, ma secondo te, qual è il prossimo oltre che raggiungerai?”

A questa domanda non ci ha saputo rispondere, ma saremo pronti a scoprire i limiti che Amazon supererà continuando a giocare quel ruolo di leader nel mondo dello sviluppo della tecnologia, in grado di farci vedere quello che noi chiamiamo futuro, che per Amazon è già qui.

Consultant di Praxis Management e Contributor di News & Customer Experience. Studia l’applicazione della Customer Experience nel settore dell’Arte, della Cultura e della Comunicazione. Nasce a Venezia nel 1994, frequenta il Liceo Classico, si laurea nel 2016 presso l’Università Bocconi in Economia. Affronta il mondo della comunicazione e del marketing con esperienze trasversali in diversi media (Web TV, Radio, Giornalismo). Inoltre, fonda una delle associazioni studentesche più attive in università: “BFood-Bocconi Students Food Association”. Prosegue gli studi magistrali in Storia dell’Arte presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ottenendo il massimo dei voti con lode con una tesi intitolata: “Arte Contemporanea Africana, nelle mostre internazionali e nei mercati dell’Arte: il ruolo del critico Okwui Enwezor e l’opera di El Anatsui”. Si avvicina al mondo dei mercati dell’Arte grazie ad una breve esperienza di formazione presso il Sotheby’s Institute of Art di Londra ed in seguito presso la sede milanese della Casa d’Aste Wannenes. mail: andrea.telesca@praxismanagement.it

Latest from Insights & Innovation

GAME ON.

Che la personalizzazione abbia inizio! Dopo l’abbigliamento street wear, le capsule limited

EVERY DAY HEROES

Walmart lancia “Everyday Heroes”, la campagna di riconoscimento per i dipendenti che
Go to Top