IL VIRTUALE CHE CI AIUTA A TROVARE LA BELLEZZA

Amazon apre a Londra il primo salone di parrucchieri

La notizia è di quelle che suscitano grande curiosità: Amazon, il colosso americano di e-commerce, in linea con la sempre più ambita diversificazione del business, aprirà presto a Londra il suo primo salone di parrucchiere all’avanguardia della tecnologia più innovativa.

I capelli, si sa, sono il cruccio di ogni donna, ma anche di tanti uomini.

Mi taglio i capelli? Starei bene con un taglio corto? Se facessi i colpi di sole più chiari starei meglio? Un colore più scuro mi metterebbe in risalto gli occhi? E se me li lasciassi crescere?”. Sono solo alcuni dei tanti dubbi che con una frequenza disarmante passano nella testa di ogni essere umano!

E quanti di noi, almeno una volta nella vita, hanno sognato di indossare parrucche con colori e tagli diversi per provarne l’effetto?

A tradurre questo desiderio in realtà ci ha pensato Amazon, che nel suo nuovo Salon di bellezza consentirà ai propri clienti, prima di decidere il cambiamento di look, di sperimentare come appaiono con diversi colori e tagli di capelli virtuali, attraverso l’utilizzo di un’app di realtà aumentata. Un sogno!

Ma non solo. In questo futuristico salone, verrà testata la nuova tecnologia point-and-learn, che permetterà ai clienti di ricevere più informazioni sui prodotti presenti negli scaffali attraverso video e altri contenuti che appariranno puntando semplicemente il dito, potendoli poi acquistare direttamente sul sito di Amazon tramite il QR codice. Durante i trattamenti, poi, i clienti non avranno modo di annoiarsi: per intrattenerli, Amazon, in ogni postazione di styling, metterà a loro disposizione i tablet Amazon Fire per poter impiegare piacevolmente la propria attesa.

L’Amazon Salon, che occuperà due piani e 140 metri quadrati in un edificio non lontano dal quartier generale londinese del colosso americano, sarà aperto sette giorni su sette e, dopo un iniziale periodo in cui sarà riservato ai dipendenti Amazon, nelle settimane successive verrà aperto al pubblico.

Come già avvenuto in alcuni suoi precedenti esperimenti nel mondo retail con una serie di innovazioni (pagamento senza cassa, carrelli della spesa intelligenti…), anche in questo caso Amazon dimostra di avere come obiettivo quello di trasformare il negozio fisico in un luogo dove poter giocare con esperienze sensoriali e digitali, creando così nuovi modi di costruire la Customer Experience, all’insegna delle nuove tecnologie digitali.

“Vogliamo che questa struttura unica ci avvicini ai clienti, sarà un luogo per collaborare con questo settore e per sperimentare nuove tecnologie”, così ha spiegato John Boumphrey, direttore di Amazon per il Regno Unito.

L’intento di Amazon è encomiabile: l’avvincente proposta è quella di sfruttare la tecnologia, mettendola al servizio dei propri clienti, per aiutarli a ricercare – e a trovare – il modo di sentirsi, e dunque di essere, più belli, il tutto mentre vengono piacevolmente intrattenuti.

Il colosso americano ha scelto di investire sulla bellezza, e questa scelta lo avvicina davvero ai suoi clienti. Perché si sa, l’uomo nasce col desiderio di bellezza, e la ricerca di essa può anche tradursi – banalmente – in un nuovo look, grazie ad una nuova acconciatura di capelli.

Viene proprio da pensare che i direttori di Amazon, in un momento storico come quello attuale, nel quale tutti sentiamo il bisogno di tornare a sperare, si siano lasciati guidare – nelle strategie di investimenti – dalla famosa frase pronunciata dal principe Mishkin ne l’Idiota di Dostoevskij: “La bellezza salverà il mondo”.

La disciplina della customer experience è nata e si è sviluppata negli Stati Uniti dove la concezione del cliente è sostanzialmente di tipo giuridico. Occorre promettere ex ante al cliente uno standard e realizzarlo davvero in ogni "touchpoint" pena: immediato rimborso! Francesca unisce la dimensione dei suoi studi giuridici con quella di appassionata osservatrice del lifestyle in molte sue espressioni: questo mix fa di lei un'esigente e al contempo entusiasta storyteller del customer journey.

Latest from Lifestyle & Spaces

TAKE IT SLOW

Il Black Friday di The Ordinary ci obbliga a rallentare i nostri

LONDRA A… MILANO!

L'East Market a Milano propone ai suoi visitatori un'esperienza tra colori, profumi
Go to Top