LEGO COLLEZIONE BOTANICA: UNA FIORITURA DI CREATIVITA’

Costruisci piante… fatte di piante

Da fan dei LEGO e convinta sostenitrice ambientale, non potevo lasciarmi sfuggire la recente novità LEGO CREATOR: una collezione botanica (letteralmente).

Ma cosa c’è di così rivoluzionario ed entusiasmante in questo prodotto?

Entrambi i nuovi set LEGO (Flower Bouquet e Bonsai Tree) non rappresentano semplicemente piante, il segreto sta nei pezzi delle costruzioni: la plastica utilizzata per i mattoncini è creata con materiali vegetali e prodotta usando canne da zucchero, rendendolo un prodotto estremamente sostenibile, il che permette di conciliare la passione per la costruzione con l’attenzione verso l’ambiente (evitando così anche la recisione di fiori).

Il set LEGO Flower Bouquet comprende le basi per creare rose, papaveri, margherite, astri e bocche di leone insieme ad altre caratteristiche botaniche per la personalizzazione dei fiori.

Gli steli di ogni fiore sono completamente regolabili, in modo tale da essere adatti a qualunque tipo di vaso e qualunque tipo di composizione. I petali sono, inoltre, modellabili, lasciando la fantasia libera di fluire senza alcun tipo di limite, rendendo l’esperienza pienamente personalizzabile, un fantastico stimolo per la creatività.

È possibile anche acquistare rose e tulipani singolarmente.

Il set LEGO Bonsai Tree sprigiona calma e delicatezza, la creazione di questa piccola scultura botanica sprigiona armonia, rendendo il processo di realizzazione un’esperienza zen a tutti gli effetti.

La possibilità di modellare il bonsai a piacimento sia con foglie verdi che con delicati petali di ciliegio, rende questo prodotto dinamico e adatto a qualsiasi stagione, merito anche della semplicità con la quale è possibile intercambiare le foglie.

Nello specifico, la versione Bonsai con i fiori di ciliegio ha attirato particolarmente la mia attenzione:
Oltre ai classici fiori rosa, vi è la possibilità di decorare la scultura LEGO con tante piccole rane-bocciolo che trovo alquanto delicate e adorabili.

Classe 2000, Alessandra Ilvandrea Mazzuca nasce a Cosenza per poi trasferirsi a Bologna presso il collegio di merito Camplus Bononia per studiare Scienze Statistiche con curriculum di economia e di impresa presso la più antica università del mondo. Mai ferma, attualmente la si può trovare tra l’Emilia-Romagna e la Calabria, luoghi in cui porta avanti le sue passioni senza porre freni alla sua curiosità, passando dalla musica, al disegno, alla letteratura, al cosplay, al gaming, agli enigmi, alle arti marziali al GDR, ambito nel quale, sin dal 2018, collabora con Trivium – Il punto di contatto.

Latest from Insights & Innovation

GAME ON.

Che la personalizzazione abbia inizio! Dopo l’abbigliamento street wear, le capsule limited

EVERY DAY HEROES

Walmart lancia “Everyday Heroes”, la campagna di riconoscimento per i dipendenti che
Go to Top