IL GOLOSARIO DEGLI ITALIANI

Con il nuovo servizio dellapp, il piatto è servito, a casa vostra…

Il filosofo tedesco Feuerbach affermava: “L’alimento umano è il fondamento della cultura e del sentimento”. Lo scriveva nel 1862 e nello stesso testo affermava anche che…l’uomo è ciò che mangia”, nel senso che un popolo è in grado di progredire anche grazie all’alimentazione. Come dargli torto? È grazie al cibo che la specie umana è mutata e migliorata nel tempo.

Pertanto, non possiamo lasciarci sfuggire l’ulteriore fase evolutiva che stiamo attraversando in questo periodo. Sembra, infatti, che l’homo sapiens sapiens si stia pian piano trasformando in homo digitalis.

Siamo rimasti affascinati dall’applicazione che è stata pensata da Il Golosario, una delle più importanti realtà che si occupa di cibo a 360°… un portale che scopre ristoranti in grado di stupirci… una community di persone che scovano il meglio dei locali che sono presenti in Italia (inutile dirlo, il Paese migliore del mondo dove mangiare).

Il Golosario è un’eccellenza che ha alle spalle una delle figure più illustri e preparate su “le cose buone d’Italia”: il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio… si è subito prodigato per andare incontro al nuovo fenomeno della ristorazione. I locali, per rispondere all’esigenza di palati raffinati e desiderosi di cibarsi, hanno dovuto fare i conti con un nuovo modo di proporre il “mangiar fuori”… raggiungendo i clienti direttamente a casa. Non è una novità il food delivery, la vera novità è chi ha iniziato a farlo! Come lo scopriamo?

Tramite l’applicazione IlGolosario RISTORANTI, disponibile sia in versione iOS, che Android.

Come cercare dall’app tutti i locali che in questo periodo offrono il servizio di delivery? È molto semplice! Direttamente dalla home page dell’applicazione: basta digitare nel banner di ricerca la parola “delivery”. Comparirà un elenco di tutti i locali che offrono questo servizio. Si possono filtrare per vicinanza geografica, per voto crescente o decrescente oppure in base al prezzo. La stessa ricerca si può compiere con la parola “take away”.

Il servizio più completo è messo a disposizione con un abbonamento annuo del costo di un menù da fast food, appena 7.90€, ma non facciamoci ingannare, qui la qualità è sostanziale: infatti l’app ci spalanca ad un vasto universo di informazioni dettagliate, prezzo medio, piatti imperdibili e qualche anteprima sull’esperienza che potremo vivere…

Insomma, il Golosario è riuscito ancora una volta a prendersi cura dei propri utenti amatori del mangiar bene. Anche quando i ristoranti si trovano a dover gestire flussi di persone contingentati, possiamo contare su servizi che favoriscono e perpetuano il gusto ed il piacere della cucina. Da oggi, anche noi, siamo pronti a questa nuova incredibile fase evolutiva, perché quello che mangeremo, diventerà ciò che saremo.

Andrea Telesca

Consultant di Praxis Management e Contributor di News & Customer Experience. Nasce a Venezia nel 1994, frequenta il Liceo Classico, si laurea nel 2016 presso l’Università Bocconi in Economia e Management per Arte, Cultura e Comunicazione. Affronta il mondo della comunicazione e del marketing con esperienze trasversali in diversi media (Web TV, Radio, Giornalismo). Inoltre fonda “BFood-Bocconi Students Food Association”, una delle associazioni studentesche più attive in università. Prosegue gli studi magistrali in Storia dell’Arte presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ottenendo il massimo dei voti con lode con una tesi intitolata: “Arte Contemporanea Africana, nelle mostre internazionali e nei mercati dell’Arte: il ruolo del critico Okwui Enwezor e l’opera di El Anatsui”. Si avvicina al mondo dei mercati dell’Arte grazie ad una breve esperienza di formazione presso il Sotheby’s Institute of Art di Londra ed in seguito presso la sede milanese della Casa d’Aste Wannenes. Studia l’applicazione della Customer Experience nel settore dell’Arte e della Cultura. mail: andrea.telesca@praxismanagement.it