GO AND GET IT!

Amazon reinventa la shopping experience attraverso l’Intelligenza Artificiale

San Francisco, angolo tra California e Battery Street, dalle ampie vetrate si scorgono prodotti di natura alimentare sistemati ordinatamente in corsie come in un comune supermercato. Tuttavia anche all’occhio del passante più pigro non potrebbe passare inosservato un fatto a dir poco inusuale: dove sono le casse?

Stiamo parlando di AmazonGo, una delle ultime innovazioni tecnologiche lanciata dal colosso mondiale dell’e-commerce e sbarcata negli Stati Uniti a Gennaio 2018, generando non di certo poco scalpore dal momento che si tratta di un supermercato automatizzato e senza casse.

AmazonGo si presenta come un vero e proprio negozio digitale dove il consumatore entra passando attraverso dei tornelli, prende autonomamente ciò che gli occorre ed esce.

L’unico requisito richiesto per poter acquistare è quello di scaricare dal proprio smartphone l’app dedicata e creare un account a cui associare un qualsiasi metodo di pagamento. Per effettuare l’ingresso, infatti, è sufficiente servirsi del Qrcode presente nell’app, un vero e proprio lasciapassare per il futuro. Nei pochi minuti che occorrono per completare queste operazioni, è possibile prendersi un caffè con il personale assistente che sarà pronto a rispondere a tutte le domande, rendendo il vostro shopping ancora più facile ed intuitivo. Questo sicuramente è uno dei primi punti di forza degli store tecnologici di Amazon, dove fin da subito il cliente si sente accolto in un ambiente confortevole, tranquillo e futuristico. Il processo fisico di pagamento, infatti, è totalmente assente e con quello anche tutta una serie di situazioni spiacevoli tipiche dei supermercati, come ad esempio la lunga attesa alla cassa ed eventuali problemi durante il momento del pagamento. La transazione avviene completamente in automatico, senza neanche dover tirare fuori il portafogli o mostrare il codice a barre dei prodotti acquistati. Il tutto si conclude con una notifica generata nell’account del consumatore, che mostra la ricevuta dello shopping appena terminato.

In realtà l’esperienza continua anche dopo essere usciti dal supermercato, dal momento che sorge spontanea una domanda: come è possibile tutto questo? 

Ciò che permette a quest’esperienza di essere così sconvolgente è un sistema sofisticato di telecamere sia lungo il perimetro del negozio che all’interno degli scaffali, proprio per rilevare, da una parte, le persone presenti al suo interno e, dall’altra, ciò che accade ai prodotti. Questo ampio sistema di monitoraggio non è percepito dal consumatore dato che si mimetizza bene con l’ambiente circostante.

Per rendere questo supermercato intelligente, però, le telecamere non bastano. Alla base di AmazonGo, infatti, si sviluppa uno dei sistemi di Intelligenza Artificiale più complessi al mondo che comprende innumerevoli algoritmi, ognuno con il suo compito, eventuali problemi da risolvere e variabili da monitorare costantemente. Allenati con una quantità massiccia di informazioni, questi programmi sono in grado di “ragionare” in modo autonomo e di capire cosa sta accadendo all’interno del negozio, chi sta completando l’acquisto e quali sono i prodotti interessati. Ovviamente tutto questo senza alcun intervento dell’uomo, ognuno completando il task di propria competenza, come ad esempio il riconoscimento fisico di un cliente, l’analisi delle sue attività all’interno dello store, l’identificazione del prodotto scelto e l’eventuale associazione del prodotto al consumatore.

Sviluppare un sistema così all’avanguardia ha permesso ad Amazon di reinventare completamente la shopping experience, scalzando in modo elegante i competitors e posizionandosi come leader nello sviluppo di nuove tecnologie digitali. Tutto ciò non ha richiesto certo né poche fatiche, né l’utilizzo di modeste risorse, soprattutto nel cercare una soluzione alle numerose situazioni problematiche che si possono creare all’interno di un supermercato: bambini che corrono, prodotti lasciati in scaffali sbagliati, traffico tra le corsie, e così via.

Il risultato è un’esperienza alla portata di tutti, semplice, intuitiva e piacevole. Il tutto ad un prezzo che segue quello del mercato.

Non resta che provare per credere!