COACHELLA DREAMING

8 partecipanti su 10 hanno acquistato un capo di abbigliamento per prepararsi all’evento più cool dell’anno.

Il Coachella Music and Arts Festival, è senza dubbio, qui in California, l’evento più cool dell’anno.
Il festival musicale ha sede nella città di Indio, a sole due ore di auto dalla “nostra” Los Angeles, ma già nel deserto…
Ogni anno, nei primi due weekend di Aprile, la maggior parte dei “nostri” influencers preferiti si radunano per esprimere la “moda del deserto”.

Il raduno musicale non è apprezzato solo dai (numerosi) partecipanti, ma viene trasmesso attraverso i social media anche a livello globale.
Secondo MediaKix, nel 2019, oltre 40 milioni di persone in tutto il mondo hanno “vissuto” Coachella tramite Snapchat.

Con un pubblico enorme live and online, Coachella è diventata la meta preferita degli influencers, creando opportunità meravigliose di comunicazione ed “exposure” da parte dei “nostri” brand preferiti.

Quando il Festival diventa un brand

Coachella ha avuto inizio nel 1999 come festival di musica rock e alternativa, ed è assai cambiata nel tempo. Non solo la categoria musicale si è espansa nel corso degli anni, ma è diventata anche un evento importantissimo per i marchi di moda.
Ogni anno, brand prestigiosi organizzano eventi esclusivi durante il festival, invitando i “nostri” influencer preferiti a promuovere l’evento online; mostrando abiti audaci, acconciature alla moda e trucchi sorprendenti (che apprezziamo enormemente).

L’influencer marketing è quindi diventato una parte imprescindibile del festival. Secondo Mediakix, 8 partecipanti su 10 hanno acquistato un capo di abbigliamento prima dell’evento per prepararsi a Coachella. Il che significa enormi opportunità pubblicitarie all’interno dell’influencer marketing nei mesi precedenti al festival.

Si stima che 32 milioni di persone partecipino a uno o più festival musicali simili a Coachella negli Stati Uniti. Nello specifico, 14,7 milioni di partecipanti su 32 milioni sono Millennial la cui decisione di acquisto è fortemente influenzata dalla comunità online.

In secondo luogo, l’83% dei Millennial ritiene che i contenuti online siano utili per prendere decisioni di acquisto.
I brand di moda, quindi, competono ferocemente per vestire celebrità e influencers per questo evento sociale che ad oggi possiamo classificare come un vero e proprio marchio. Coachella è un brand con la propria anima, le proprie promesse, i propri riti e una comunità affezionata e colorata dalla sabbia del deserto californiano.

Cosa hanno fatto i brand per il 2019?

Molti marchi hanno associato iniziative di influencer marketing digitali con attività di marketing esperienziale al Coachella e dintorni.

Questi eventi pop-up (o addirittura il festival di Revolve al di fuori del terreno di Coachella) arricchiscono la presenza online dei brand con un elevato numero di contenuti social meravigliosi.

American Express ha fornito ai propri clienti la Platinum House per riposare, rilassarsi e persino festeggiare durante il festival.
BMW ha creato un evento con Kalid, uno dei più noti cantanti del mondo millennial. Usando il volto di Kalid come brand ambassador, BMW ha attirato centinaia di influencer in modo organico.

I brand usano Coachella per posizionarsi come poli aspirazionali. Tutti i consumatori che non possono partecipare al festival, guardano i loro influencers preferiti immergersi nel festival in tempo reale; i prodotti pubblicizzati in questo periodo vedono aumentare la conversione grazie al maggiore senso di aspirazione associato a ciascun post.